Elenco blog personale

domenica 27 gennaio 2013

giovedì 24 gennaio 2013

Disposizioni...

quando starà per arrivare la mia ora, se ci sarà il tempo di rendersene conto, questo chiedo e spero (oltre che avere vicino mio figlio).  poter andar via con questa voce che mi accompagna. #sapevatelo

mercoledì 23 gennaio 2013

Solo con se stesso, raccolto, tranquillo...

"...Pensava alla grandezza e alla presenza di Dio; all'eternità futura, strano mistero; all'eternità passata, mistero ancora più strano, a tutti gli infiniti che sprofondavano sotto i suoi occhi in tutte le direzioni; e, senza cercare di comprendere l'incomprensibile, lo guardava... un giardinetto per passeggiare e l'immensità per sognare. Per terra ciò che si può coltivare e raccogliere, sulla testa ciò che si può studiare e meditare; qualche fiore sulla terra e tutte le stelle in cielo"

I miserabili - Victor Hugo

mercoledì 16 gennaio 2013

Figli unici

"Come devono essere tristi, quei figli unici. Crescere in una casa piena di adulti, sempre in minoranza, sempre sconfitti, nemmeno un po' di quella stupidità sfrenata, niente scherzi da poter ripetere cento volte, nessuno con cui cantare, nessuno con cui litigare, nessuno con cui fare il principe, o lo schiavo...Ma in seguito, quando i genitori cadono in disgrazia e diventano essere umani incasinati e banali e si trasformano pian piano da persone che si prendono cura di te in individui di cui ci si deve prendere cura, chi ci sarà ad affrontare con te quelle crescenti frustrazioni, a riflettere sulle migliaia di dettagli insignificanti di quella soap opera a lungo condivisa che non significa nulla per gli altri? E quando infine se ne saranno andati, chi si rivolgerà a te dicendoti: -Si, mi ricordo il cavalluccio a dondolo rosso...si, mi ricordo il letto immaginario sotto il biancospino?-"

mercoledì 9 gennaio 2013

Gennaio


e quindi è ricominciato il giocagiuè dei 50 libri e st'anno tocca inizià col piede esatto. pertanto qui di seguito le mie letture fino ad oggidì.
- Guardami - Jennifer Egan (due libri ho letto, di costei, entrambi piaciuti piaciuti piaciuti)
- Portami a ballare - Giovanni Ricciardi - (che poi sto Ricciardi qua, prof. di latino e greco in un liceo daa capitale io lo leggo dal suo primo gialletto (i gatti lo sapranno n.d.r.), dove si narra delle indagini del commissario Ponzetti. non è Vargas eh, intendiamoci. epperò il commissario è un po’ malinconico e pensoso come ogni commissario virtuale che si rispetti eppoi il tutto si svolge per le strade della mia città, in quartieri che conosco mejo delle mie saccocce e pertanto io lo seguo, ecco, nei suoi giri, come se lo vedessi)
- Il colpevole - Lisa Ballantyne (un giallo che non è un giallo, gnente male)
- Mabel dice si - Luca Ricci (interdetta. non malaccio, scrittura piacevole ma un voto tipo "senza infamia e senza lode)
- Antigone – Valeria Parrella
come pare di evincere dal titolo si narra di Antigone, solo che nella trasposizione e nella contrapposizione tra Antigone e Creonte si tratta qui anche del diritto all’eutanasia, argomento che non mi lascia mai indifferente.

per ora è tutto. segue...

sabato 5 gennaio 2013

leggo, dunque sono