Elenco blog personale

lunedì 30 aprile 2012

domenica 29 aprile 2012

sorprese e metafore

troviamo anche afidi, cocciniglie, mal bianco, certo, che mica stamo nel giardino dell'eden. epperò tutto questo mi ricorda qualcosa...

giovedì 26 aprile 2012

strilloni

 
non mi piace la gente che strilla. cosa c'è da strillare, dico io, siamo allo stadio forse? ad un concerto? pensano che siamo tutti diventati non udenti?? hanno vinto al superenalotto? hanno trovato un cadavere putrefatto? non so, io non la capisco sta mania di strillare. anzi, se proprio devo dire, mi puzza un po'. nel senso che se uno per affermare le proprie idee ha bisogno di strillare c'ho l'impressione che quello che dice non sia poi così talmente degno di attenzione. e quindi non dirò ciò che stanno dicendo un po' tutti a destra, al centro, a sinistra. dirò che Grillo non mi convince perchè strilla.

mercoledì 25 aprile 2012

buon 25 aprile!

appena sveglia accendo la radio. telefonate con testimonianze di chi c'era, il 25 aprile del '45. i ricordi di famiglia non comprendono quel giorno, chè Roma era stata liberata in giugno  e mamma lo ricordava con un sorriso felice, la folla per strada, la bella ragazza tirata sui carri armati degli alleati, la gioia. ascolto la radio: chiama una signora di Cuneo che all'epoca aveva 10 anni, racconta. e io, ascoltando le sue parole, mi ritrovo in lacrime. buon 25 aprile!

Il Monumento
Lo avrai
camerata Kesselring
il monumento che pretendi da noi italiani
ma con che pietra si costruirà
a deciderlo tocca a noi.
Non coi sassi affumicati
dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio
non colla terra dei cimiteri
dove i nostri compagni giovinetti
riposano in serenità
non colla neve inviolata delle montagne
che per due inverni ti sfidarono
non colla primavera di queste valli
che ti videro fuggire.
Ma soltanto col silenzio del torturati
più duro d'un macigno
soltanto con la roccia di questo patto
giurato fra uomini liberi
che volontari si adunarono
per dignità e non per odio
decisi a riscattare
la vergogna e il terrore del mondo.
Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci ritroverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA.


Piero Calamandrei

lunedì 23 aprile 2012

snob?

ma davvero non mi capacito di come nei primi posti delle classifiche dei libri più venduti in Italia ci debba sempre essere almeno uno scrittore-cantante (o anche due), o uno scrittore-attore, o uno scrittore-giornalista. per carità, saranno anche bravi. scriveranno anche bene. però mi innervosisce che tutti, ma proprio tutti si sentano come in dovere di pubblicare almeno un libro. che poi io già c'ho dentro l'ansia di tutto il non-letto, no, non mi ci metto a leggere pure loro.
però ogni tanto mi ascolto un loro cd, o mi leggo un articolo, o mi vado a vedere un film. e magari così famo pace.

sabato 21 aprile 2012

Happy Birthday!!!

Roma mia bella...

domenica 15 aprile 2012

The big C

Marion Bolognesi
c'è questa donna di una quarantina d'anni che scopre di avere il cancro all'ultimo stadio e pochi mesi di vita. non dice nulla ai suoi cari ma grazie a questo evento si regala fiori e tuffi in piscine di altri, una decappotabile nuova e soprattutto la libertà nell'espressione di sè, con se stessa e con gli altri.
perchè il nodo in effetti è il Tempo. mica lo sappiamo quanto tempo ancora è a nostra disposizione. e a me piacerebbe davvero tanto arrivare al momento sapendo di aver detto ciò che volevo dire, fatto ciò che volevo fare, lasciato ciò che volevo lasciare e conservato, per coloro che amo, ciò che volevo conservare. e allora vorrei farli ora tutti i conti perchè magari quando sarà il giorno non avrò più parole per raccontare oppure sarà domani e allora non avrò il tempo. "hai presente come passano gli anni, quella illusione di senso che danno l'ordine e il dovere, una serie ininterrotta di urgenze, tu sui binari segnati e quegli altri binari che stanno di lato vuoti che uno dice c'è tempo, per quello c'è tempo poi un giorno all'improvviso capisci che il tempo non ti basterà e allora la vita intera si sposta nei binari vuoti: il suo vero senso. il tempo che hai speso a ricordare, immaginare, a tenere con te ostinatamente tutto quello che non c'è." si, ho presente. e allora vorrei saper dire ora a mio figlio ciò che credo sia importante, come la mamma di Enaiat, anche solo 3 cose, come quelle che dice lei. e vorrei conservare fino all'ultimo la mia dignità, in salute e in malattia, in ricchezza e in povertà, in vecchiaia, in vecchiaia. walk tall, fino alla fine. poi forse di corsa farei ancora 2-3 cose, buttarmi col paracadute, vedere le balene, nuotare coi delfini, cose così. e le ceneri, dove vorrei fossero buttate? non è gentile lasciare questo tipo di decisioni a chi resta. forse un po' sul prato dell'olimpico (nick hornby docet). c'è, dietro al Campidoglio, un angolino da cui si gode una vista commovente, ci sono i fori, il Colosseo, Colle Oppio, 2 palme svettanti sulle rovine e vorrei stare anche là a far parte per sempre di Roma mia. e poi Villa Borghese, il giardino in cui sono stata piccola io e piccolo mio figlio e poi in ogni stadio o palazzetto dove si suona la mia musica. ma insomma forse non è così importante perchè io so che ci sarò comunque, ci sarò, in ogni luogo che amo. e allora chissà, forse non è neanche fondamentale dire tutto prima, alle sorelle di dividersi le mie pianticelle ed averne cura, a mio figlio che è lui il mio futuro; non così importante avere al mio fianco tutte le persone adorate e  raccontare ad ognuna quanto e perchè l'ho tanto amata, cosa vorrei per ciascuna delle loro vite: il dolore che si trasforma in forza, la comprensione di se stessi e degli altri, la compassione, la tensione nella ricerca di non procurare dolore, la dignità. 
forse già lo sanno.

giovedì 12 aprile 2012

oggi...

mi sento leggera leggera e sgargiante di colori. grazie...

lunedì 9 aprile 2012

fa freddo

qui, sul mio albero. I hold just one breath here within my chest.

venerdì 6 aprile 2012

reason with me

domenica 1 aprile 2012

Aprile

Mary Cicely Barker